Biblioteca Italiana per I Ciechi




Скачать 281.62 Kb.
НазваниеBiblioteca Italiana per I Ciechi
страница1/7
Дата конвертации12.05.2013
Размер281.62 Kb.
ТипДокументы
  1   2   3   4   5   6   7
Biblioteca Italiana per i Ciechi

«Regina Margherita»


Atti del Convegno:

«Il valore culturale del libro:

verso un formato accessibile e

fruibile per i non vedenti.

Problemi, esperienze, prospettive»

29 ottobre 2008

Monza - Teatro «Binario 7»

Via Turati, 8


Volume unico


Adattato in formato digitale

a cura della

Biblioteca Italiana per i Ciechi

«Regina Margherita» onlus

Monza

2009


Presentazione

La Biblioteca Italiana per i ciechi «Regina Margherita» compie 80 anni.

Da sempre impegnata a soddisfare il bisogno di cultura dei minorati della vista, è divenuta nell’ultimo decennio - ed oggi lo è ancor di più - il punto di riferimento per l’integrazione scolastica dei non vedenti.

Collabora con le Scuole per definire le strategie educative più rispondenti alle necessità degli alunni con disabilità visiva ed è impegnata a realizzare - usando le più moderne tecnologie - i testi scolastici nelle versioni da questi accessibili e fruibili.

Ogni anno la Biblioteca «produce» più di 5.000 libri nelle diverse versioni, in braille per i ciechi, a caratteri ingranditi per gli ipovedenti e digitali per quanti sanno usare il personal computer e in questo modo soddisfa il bisogno di cultura di migliaia di non vedenti e le esigenze di studio dei 2/3 degli alunni minorati della vista su tutto il territorio nazionale.

I libri prodotti dalla Biblioteca sono «personalizzati» cioè fatti su misura per le residue capacità visive dell’alunno, e nel rispetto delle indicazioni e delle esigenze pedagogiche e didattiche che la Scuola ritiene idonee e suggerisce.

Nelle nostre intenzioni questo convegno non è solo uno dei tanti momenti celebrativi, ma un’occasione, forse unica e irripetibile, perché le numerose Agenzie interessate possano confrontarsi per trovare un punto di incontro e ridare slancio alla loro azione al fine di poter dare risposte efficaci ai bisogni reali degli studenti minorati della vista.

La piccola realtà rappresentata dalla Biblioteca «Regina Margherita» non è immune dai contraccolpi e dalle difficoltà che sta attraversando il Paese per una sfavorevole congiuntura economica interna ed internazionale. Ci sono poche e insufficienti risorse finanziarie, tanti, troppi, conti da rimettere a posto e tante emergenze da risolvere. Come gestori di risorse anche pubbliche e come cittadini noi vogliamo partecipare all’opera di ammodernamento dello Stato e delle sue strutture, ma non possiamo esimerci dal dare voce ai nostri utenti e dal rappresentare le loro attese ed i loro bisogni.

Alle Istituzioni chiediamo risorse certe e decisioni coraggiose e longimiranti. Un minorato della vista istruito sarà capace di lavorare e produrre e non peserà sull’assistenza pubblica.

Agli Editori chiediamo di aggiungere alle centinaia di migliaia di euro del costo del progetto di un libro scolastico 500–1.000 euro per sostenere la realizzazione delle versioni fruibili dai non vedenti.

All’opinione pubblica, alla classe imprenditoriale, ai singoli cittadini chiediamo di acquisire la consapevolezza che le sacche di arretratezza e di bisogno non sono esclusive del «terzo mondo» ma sono presenti e reali anche nelle aree più evolute del nostro Paese.

Ognuno può fare qualcosa, tutti possiamo fare qualcosa perché il cammino verso l’emancipazione sociale dei disabili visivi non sia un percorso che solo pochi fortunati possono compiere.

Questo convegno potrà e dovrà dirci se siamo capaci di dare signi­ficato concreto ai concetti di «solidarietà» e di «sinergia».

Prof. Pietro Piscitelli


Le adesioni

Telegramma

Pietro Piscitelli

Presidente Biblioteca

Italiana per i Ciechi«Regina Margherita»

Gentile Presidente, la ringrazio sinceramente per l'invito ad intervenire all'80° annivesario della fondazione della Biblioteca Italiana per i Ciechi «Regina Margherita», previsto per il prossimo 29 ottobre a Monza, purtroppo, concomitanti impegni non mi consentiranno di essere tra voi ma, desidero esprimere il mio più sincero apprezzamento per lo straordinario lavoro che vi impegna quotidianamente da così tanti anni, nel fornire alle persone non vedenti gli strumenti utili e necessari alla lettura. Esprimendo il mio plauso per quanti si sono prodigati per la migliore riuscita dell'evento, la prego di considerarmi idealmente presente e invio a lei e agli intervenuti un sentito ed affettuoso saluto. Con viva cordialità

Renato Schifani Presidente del Senato della Repubblica


Ministero per i Beni e le Attività Culturali Il Sottosegretario di Stato On. Francesco M. Giro

Egregio Signor

Prof. Pietro Piscitelli

Presidente

Biblioteca «Regina Margherita»

Via G. Ferrari, 5/a

20052 - Monza

Roma, 26 ottobre 2008

Caro Presidente,

desidero ringraziarLa per il gradito invito che mi ha riservato, in occasione dell'80° anniversario della fondazione della Biblioteca Italiana per i Ciechi «Regina Margherita», che si terrà a Monza il prossimo 29 ottobre.

Purtroppo, a causa di concomitanti impegni istituzionali, non mi sarà possibile partecipare, come sarebbe stato mio desiderio.

Sperando di poter avere un occasione prossima di incontro, Le invio i miei auguri per il pieno successo della manifestazione.

Francesco Maria Giro


On. Valentina Aprea Presidente Commissione Cultura Camera Deputati

Prof. Pietro Piscitelli(Uff 988)

Presidente Biblioteca Italiana

per i Ciechi

Via G. Ferrari 5/a

20052 Monza

Gentile Presidente,

per improrogabili impegni istituzionali non potrò partecipare alla cerimonia dell'80° anniversario della fondazione della «Biblioteca Italiana per i Ciechi», come invece avrei desiderato.

Desidero inanzitutto ringraziarla per il cortese invito e congratularmi per l'attività svolta a sostegno delle persone minorate della vista.

Il libro sia nella versione digitale e in quella Braille costituisce un utile e indispensabile strumento per soddisfare le esigenze di crescita culturale dei non vedenti.

Auguro il meritato successo all'iniziativa e invio il mio più cordiale saluto a tutti i partecipanti.

Valentina Aprea Presidente Commissione Cultura

Egregio Signore

Pietro Piscitelli

Presidente della Biblioteca

Italiana per i Ciechi«Regina Margherita»

Caro Presidente,

mi spiace non poter essere presente al seminario del 29 ottobre «Il valore culturale del libro» a causa degli impegni parlamentari con votazioni al Senato della Repubblica.

Vi invio il più fervido augurio per la riuscita dell'iniziativa, con l'impegno di essere quanto prima presente a Monza per la visita della Biblioteca «Regina Margherita».

Un caro saluto

Marcello Dell'Utri

Roma, 28 ottobre 2008


Sen. Riccardo Conti Senato della Repubblica P.zza Madama, 1 00186 Roma

Egr. Prof. Pietro Piscitelli

Presidente Biblioteca

Italiana per i Ciechi«Regina Margherita» - Monza

Egr. Prof. Piscitelli,

ho ricevuto il Suo cortese invito per il seminario che si terrà a Monza il prossimo 29 ottobre.

Purtroppo, a causa di un impegno precedentemente assunto, non potrò essere presente.

Ribadendo la piena disponibilità a partecipare a future iniziative, colgo l'occasione per porgerLe cordiali saluti.

Sen. Riccardo Conti

Roma, 21 ottobre 2008


Da:

A:

Data invio: giovedì 18 settembre 2008 12,17

Oggetto: Alla c.a. del prof. Pietro Piscitelli

Gentile Presidente,

La ringrazio per il gradito e accorato invito al Seminario che si terrà a Monza il 29 ottobre prossimo in occasione dell'80° anniversario della fondazione della Biblioteca Italiana per i Ciechi «Regina Margherita», ma con rammarico sono costretto a comunicarLe che non potrò essere presente a causa dei concomitanti lavori parlamentari.

Avrei partecipato molto volentieri, per l'importanza del tema affrontato e delle iniziative che sono state e che verranno messe in campo: del valore e della rilevanza dell'opera svolta dall'Ente che Lei presiede, nonché dei Suo impegno, al servizio della diffusione della cultura che dev'essere un bene di tutti, par qui superfluo dire.

Le sarei grato, pertanto, se potesse farmi pervenire, qualora fossero prodotti, copia degli Atti del Seminario (in formato cartaceo al seguente indirizzo: Senato della Repubblica - 00186 Roma, oppure - qualora fosse più comodo per lei - in formato elettronico a questo indirizzo e.mail).

Auguro a Lei e a tutti i partecipanti il pieno successo della manifestazione e un proficuo lavoro e Le assicuro la mia disponibilità alla collaborazione sul piano istituzionale per quanto di mia competenza.

Con ogni cordialità

Sen. Daniele Bosone


Senato della Repubblica Sen. Antonio Rusconi

Roma, 15 ottobre 2008

Prof. Pietro Piscitelli

Presidente della Biblioteca

Italiana per i Ciechi«Regina Margherita»

Via G. Ferrari, 5/a

20052 Monza

fax 039 833264

Egregio Presidente,

la ringrazio per il cortese invito al convegno «Il valore culturale del libro. Verso un formato accessibile e fruibile per i non vedenti. Problemi, esperienze, prospettive». Purtroppo gli impegni istituzionali, inerenti il mio mandato parlamentare, non mi consentiranno di essere presente.

Mi è gradita l'occasione per complimentarmi dell'opera, altamente meritoria, svolta dall'Ente che lei presiede a favore dei non vedenti e porgerle i migliori auguri in occasione dell'80° anniversario della sua fondazione.

Con i più cordiali saluti a lei e a tutti i partecipanti auspicando un proficuo, buon lavoro.

Con stima

Antonio Rusconi


Da: «Pres De Biasi Emilia Grazia»
debiasi@camera.it>

A:

Data invio: martedì 28 ottobre 2008 18,20

Oggetto: 80° Anniversario

28 ottobre 2008

Gentilissimo Professore,

purtroppo gli impegni d'Aula non mi permettono di onorare il Suo cortese invito.

Vorrei tuttavia farLe pervenire gli auguri per il «compleanno» della Biblioteca, un'istituzione culturale e di alto impegno civile che ha coniugato le pari opportunità per i non vedenti con l'amore per il libro e la lettura.

Le chiedo di scusare la mia assenza e spero di poterLa incontrare presto per poterci confrontare sulle proposte per allargare la partecipazione delle persone non vedenti alla vita culturale, formativa, civile del nostro Paese.

Mi auguro che in un momento così delicato per il mondo e per l'Italia le istituzioni sappiano dialogare e riconoscere alla cultura, alla conoscenza, all'informazione quelle risorse e quelle finalità espresse in modo alto e condiviso dalla nostra Costituzione.

Le invio i miei più cari saluti. Buon lavoro

Emilia Grazia De Biasi


Saluto delle Autorità

Martina Sàssoli (Nota (*) Assessore alle Pari Opportunità e al Sistema Bibliotecario – Comune di Monza.)

Grazie per concedermi l’occasione per salutare.

Intanto mi congratulo con voi ringraziando l’organizzazione per una platea così ricca. Questa sala in cui ci troviamo solitamente viene vissuta con una serie di manifestazioni che, difficilmente, riescono ad aggregare così tante persone e, soprattutto, una platea così attenta. Mentre seguivo lo scorrere delle slide sentivo alle mie spalle il più totale silenzio, ciò significa che, ovviamente, manifestazioni come quelle di questa mattina sono di grandissimo interesse e di fortissima attualità.

Nel ringraziarvi quindi per averci dato l’opportunità di essere presenti, io porto il saluto dell’amministrazione comunale, e del nostro sindaco Marco Mariani che purtroppo è stato trattenuto e non ha potuto raggiungerci.

Io sono l’assessore alle pari opportunità e al sistema bibliotecario di Monza e presidente di Brianza Biblioteche. Ho conosciuto il Professor Piscitelli e il Signor Notari quando abbiamo festeggiato insieme, qualche mese fa, la ricorrenza degli 80 anni della fondazione della Biblioteca Italiana per i Ciechi «Regina Margherita». Proprio in quella occasione mi sono confrontata con una realtà che, lo ammetto, non conoscevo precedentemente e che mi ha fortemente stupito perché mi sono resa conto che tanti concittadini non solo a Monza, ma in tutta la Brianza, come me, non conoscevano una realtà così importante. Noi abbiamo la fortuna di ospitare nella nostra città una istituzione di levatura nazionale che, oltre a dare vita a tutte quelle attività di cui parlava prima il Professor Piscitelli, da un sostegno reale e concreto a ragazzi, studenti, ma non solo, che hanno delle difficoltà visive, ma che per questo non devono e non dovrebbero subire discriminazione, né in ambito sociale, né in ambito scolastico.

Come assessore ho preso un impegno con il Signor Notari, mi sono ripromessa di supportare l’attività della Biblioteca Italiana per i Ciechi e ho raccolto un po’ l’invito che troviamo tutti nella cartellina a firma del Professor Piscitelli, nel punto in cui dice che «avere la consapevolezza che le sacche di arretratezza e di bisogno non sono esclusive del terzo mondo, ma sono presenti e reali anche nelle aree più evolute del nostro paese. Ognuno può fare qualcosa». Io ho raccolto questo invito del Presidente e con la struttura di Brianza Biblioteche ho chiesto che venisse realizzato un progetto di collaborazione con la Biblioteca Italiana per i Ciechi. Attualmente la struttura Brianza Biblioteche conta sulla disponibilità di 37 Biblioteche in tutto il territorio, con una utenza potenziale di settecentomila fruitori. Ho chiesto che venissero accorpati i due database in modo tale da supportare l’attività della Biblioteca Italiana per i Ciechi e valorizzare la sua attività, ma allo stesso modo, di dare a tutti l’opportunità di conoscere questa realtà, che è così importante e che opera quotidianamente per aiutare chi ne ha più bisogno. Parlando di utenza potenziale ci rendiamo immediatamente conto che non tutti i settecentomila utenti saranno fruitori della Biblioteca per i Ciechi e dei loro servizi, ma siamo altrettanto convinti che, tra queste settecentomila persone ci saranno sicuramente dei parenti, dei familiari, o dei genitori che non conoscono certe realtà e che necessitano di una informazione e un aiuto in più.

Noi, come Amministrazione Comunale, abbiamo raccolto questo invito rivoltoci e possiamo dire che saremo in grado, speriamo addirittura entro la fine del 2008 e se così non fosse entro i primissimi mesi del 2009, di dare vita a questo grandissimo lavoro di collaborazione che sicuramente potrà giovare sia a Brianza Biblioteche, in termini di servizio allargato, ma anche e soprattutto alla Biblioteca Italiana per i Ciechi. Io vi ringrazio ancora per l’opera che voi svolgete quotidianamente e per il supporto che date a tutte le persone che hanno bisogno.

Grazie ancora.


Vittorio Arrigoni (Nota (*)Consigliere Provincia di Milano.)

Buon giorno a tutti voi.

Ringrazio la Biblioteca Italiana per i Ciechi «Regina Margherita» dell’invito.

Anche io porgo il saluto in particolare di Gigi Ponti, assessore alla provincia di Milano che si occupa della costituzione della provincia di Monza e Brianza, che non ha potuto essere presente e vi porto il saluto del Presidente della Provincia di Milano Filippo Penati.

Anche io ricalco i sentimenti espressi dall’assessore Sàssoli del co­mune di Monza che mi ha preceduto per esprimere tutta la mia gratitu­dine in merito al lavoro che state svolgendo.

Devo dire che le idee dell’assessore Sàssoli sono esportabili anche all’altro sistema bibliotecario presente in Brianza che è quello del Vimercatese, quindi, con l’augurio che i due sistemi diventino un sistema unico nell’interesse dei cittadini, spero e auspico che, oltre all’at­tenzione e alla diffusione del libro normale per i vedenti, vada avanti anche di pari passo la diffusione di questi strumenti che sono fondamentali per la formazione dei non vedenti.

Le nostre Biblioteche si stanno specializzando anche per predisporre dei testi parlati a favore delle persone dislessiche. Ci stiamo quindi organizzando e specializzando come realtà culturale del territorio per favorire le persone disagiate affinché possano avere delle opportunità come tutti gli altri cittadini.

Io vi auguro un buon lavoro e vi assicuro la disponibilità a collaborare della nascente Provincia di Monza e Brianza. Il lavoro che la provincia di Milano sta facendo a questo proposito è soprattutto un lavoro di tipo organizzativo, sta predisponendo le sedi, sta spostando il personale e abbiamo anche valutato e definito il patrimonio della provincia di Milano che deve essere assegnato alla provincia di Monza. Sono lavori prevalentemente organizzativi, però sono già presenti negli uffi­ci di Monza le prime strutture che seguiranno gli aspetti culturali e sociali che sono di competenza della provincia nascente. Con la primavera del 2009 anche la provincia di Monza e Brianza vedrà finalmente la luce e il tema delle persone non vedenti sarà seguito con la medesi­ma cura e con il medesimo impegno che altre province hanno già dimostrato nel corso della loro storia. Non è per nulla un fatto casuale che la sede della provincia di Milano è di fianco proprio all’Istituto dei Ciechi di Milano, due istituzioni importantissime e storicamente rilevanti.

Chiudo il mio intervento augurando ancora un buon lavoro, sottolineando ancora i miei complimenti e le mie congratulazioni perché il lavoro che state svolgendo è importantissimo.

Grazie. Buona giornata.


  1   2   3   4   5   6   7

Добавить в свой блог или на сайт

Похожие:

Biblioteca Italiana per I Ciechi iconBibliografia scelta della Slavistica e della Balto-Slavistica italiana (1988-1993)
...

Biblioteca Italiana per I Ciechi iconFacoltà di Lettere e Filosofia Corso di laurea in Filosofia
«Il Caffè», ovvero quella che può essere definita la prima rivista filosofica “militante” italiana

Biblioteca Italiana per I Ciechi iconBiblioteca Biblioteca

Biblioteca Italiana per I Ciechi iconBiblioteca virtual

Biblioteca Italiana per I Ciechi iconBiblioteca de arquitectura

Biblioteca Italiana per I Ciechi iconBiblioteca di lingue

Biblioteca Italiana per I Ciechi iconBiblioteca comunale

Biblioteca Italiana per I Ciechi iconBiblioteca comunale di zubiena

Biblioteca Italiana per I Ciechi iconPiccola biblioteca d’ambito

Biblioteca Italiana per I Ciechi iconBiblioteca statale di cremona


Разместите кнопку на своём сайте:
lib.convdocs.org


База данных защищена авторским правом ©lib.convdocs.org 2012
обратиться к администрации
lib.convdocs.org
Главная страница