Diapositiva 1 Olimpiadi dell’antica Grecia




Скачать 129.19 Kb.
НазваниеDiapositiva 1 Olimpiadi dell’antica Grecia
страница3/3
Дата конвертации11.02.2013
Размер129.19 Kb.
ТипДокументы
1   2   3
trials di qualificazione per le Olimpiadi, e successivamente alla ribalta mondiale vincendo la medaglia d'oro di Città del Messico e stabilendo il nuovo record olimpico con la misura di 2,24 m.

Nella gara che lo consegnò alla storia indossò due scarpe di colore diverso. Lo fece non per scelta di marketing, ma semplicemente "perché la destra di quel colore mi dava una spinta verso l'alto superiore rispetto a un altro tipo di calzatura


Diapositiva 12


Le olimpiadi del '68


Le olimpiadi del '68 si trovano in un periodo importante e molto infuocato, a livello Mondiale.

Infatti negli Stati Uniti, i '60, sono stati anni duri in cui sono accaduti due episodi molto importanti, le rivolte giovanili e la rivolta delle Black Panthers ,un'organizzazione storica rivoluzionaria che lotta per difendere i diritti dei neri negli Stati Uniti, fondata ufficialmente nel 1966 a Oakland, in California, da Huey P. Newton e Bobby Seale, con l'obbiettivo di incrementare e sviluppare ulteriormente il movimento degli afroamericani contro la loro discriminazione sociale, legislativa e politica. Iniziano così a farsi sentire duramente, con una loro causa, e a difendere i diritti dei neri in America.

Inoltre verso la fine del 1967, alcuni atleti neri avevano dato vita all’Olympic Project for Human Rights (OPHR) con il fine di organizzare un boicottaggio delle olimpiadi che si sarebbero tenute l’anno seguente a Città del Messico.

Il leader del progetto era il dottor Harry Edwards. Egli pur appoggiato da Smith e da altri, non riuscì però a convincere gli atleti neri della nazionale olimpica a partecipare al boicottaggio.

Il 16 ottobre del 1968 si tennero nella Città del Messico le Olimpiadi , in cui Tommie Smith e John Carlos, conquistano il 1° e 3° posto nei 200 metri di atletica leggera. Salgono sul podio senza scarpe ,con calzini neri e con la testa bassa e mentre suona l'inno a stelle e strisce loro alzano il pugno chiuso coperto da un guanto nero, richiamando la lotta che le Black Panthers stavano difendendo negli Stati Uniti, per i diritti del popolo afroamericano che fu da sempre oppresso e represso. Inoltre Smith disse più tardi a chi lo intervistò che il suo pugno destro, dritto nell’aria, rappresentava il potere nero in America, mentre il pugno sinistro di Carlos rappresentava l’unità dell’America nera.

Con loro si unì anche un australiano Pietro Norman, arrivato secondo in finale , indossando una spilla del movimento nero,e subendo al ritorno in patria una campagna diffamatoria . Questo gesto, usato dalle Black Panthers, scatena una forte polemica. Ai due atleti afroamericani vengono revocate le medaglie e esonerati dal villaggio olimpico e inoltre non trovarono più nessuno disposto a dargli un posto di lavoro. Questo crea una nuova lotta, siccome persino molti altri atleti olimpionici bianchi, dimostrarono la loro solidarietà verso i loro avversari, ma non erano gli unici. Questo gesto ebbe una fama mondiale per la lotta al razzismo, soprattutto in quegli anni contro le repressioni da parte degli americani verso i neri.


Diapositiva 13

Nadia Comaneci

Nadia Elena Comăneci (Oneşti, 12 novembre 1961) è un'ex ginnasta rumena.

È considerata una delle più grandi atlete del XX secolo e delle Olimpiadi, nonché la più grande ginnasta e la prima ad aver ottenuto il massimo punteggio, 10, in una competizione olimpionica.

A solo 14 anni divenne la stella delle Olimpiadi di Montreal 1976. Il 18 luglio diventò la prima ginnasta ai Giochi olimpici a ricevere il massimo punteggio ottenibile alle parallele asimmetriche. La votazione, dopo una prestazione stupefacente, fu ritardata poiché i computer erano programmati per registrare votazioni fino al 9,99 mentre il "10" non era assolutamente previsto, data la difficoltà molto elevata nel riceverlo. Al posto del 10 fu inserito nel computer il voto 1,00 che in realtà fu moltiplicato per dieci volte. Nel corso dell'evento olimpico ottenne il punteggio perfetto altre 6 volte, vincendo tre medaglie d'oro (concorso generale individuale, trave e parallele asimmetriche), una d'argento (concorso generale a squadre) e una di bronzo (corpo libero).

La Comaneci fu la prima atleta rumena a vincere il concorso generale individuale alle olimpiadi e ottenne l'ulteriore record di più giovane atleta di sempre a vincere un titolo olimpico. Con la revisione dei regolamenti, l'età minima per la partecipazione alle competizioni fu alzata a 16 anni: la Comaneci aveva 14 anni il primo giorno di gare a Montreal, questo rende di fatto impossibile per il futuro battere il record.

Diapositiva 14

Diego Armando Maradona

Diego Armando Maradona (Lanús, 30 ottobre 1960) è un allenatore di calcio ed ex calciatore argentino, di ruolo centrocampista offensivo ed attaccante, capitano della Nazionale argentina di calcio vincitore del Mondiale del 1986. Dal 14 maggio 2011 è alla guida dell'Al Wasl di Dubai.

Ha partecipato a quattro diverse edizioni dei mondiali: 1982, 1986, 1990, 1994, andando a segno in tutte[2]. I suoi 91 match e 34 reti con la Nazionale argentina costituirono due record, successivamente battuti[3] La Federazione calcistica dell'Argentina (AFA) gli ha inoltre assegnato il titolo di "Miglior Calciatore Argentino di sempre" nel 1993.

Noto anche come El Pibe de Oro (Il Ragazzo d'Oro), ha militato nell'Argentinos Juniors, nel Boca Juniors, nel Barcellona, nel Napoli, nel Siviglia e nel Newell's Old Boys in una carriera da professionista più che ventennale. Alla fine del 2000 è stato eletto da un sondaggio popolare indetto dalla FIFA miglior calciatore del secolo col 53,6% dei voti; Maradona condivide il titolo con Pelé, scelto invece dai "Grandi Elettori" della FIFA. Il suo gol realizzato contro la nazionale inglese, nei quarti di finale del 1986 è considerato il primo più grande gol del secolo. Fu eletto calciatore dell'anno nel 1986 dalla rivista inglese World Soccer e occupa la 2a posizione, alle spalle di Pelé, nella speciale classifica dei migliori calciatori del XX secolo pubblicata dalla stessa rivista. In una votazione tenutasi nel 2000 per l'IFFHS a cui hanno partecipato giornalisti ed ex-calciatori, Maradona è risultato nuovamente il 2º miglior giocatore del XX secolo dopo Pelé.

Nel 2002 è stato inserito nella FIFA World Cup Dream Team, selezione formata dai migliori undici giocatori della storia dei Mondiali.

Ritenuto una delle figure più controverse della storia del calcio, fu sospeso due volte per positività a test antidoping nel 1991 (per uso di cocaina) e nel Mondiale 1994 (per uso di efedrina): dopo il suo ritiro ufficiale dal calcio nel 1997, ha subìto un aumento eccessivo di peso (risolto con l'ausilio di un bypass gastrico) e le conseguenze della dipendenza dalla droga, dalla quale si è liberato dopo lunghi soggiorni in centri di disintossicazione. Successivamente è stato inserito da Pelé nel FIFA 100, la lista dei 125 migliori calciatori viventi divulgata il 4 marzo 2004, in occasione del centenario della federazione ed è diventato nel 2005 una star della TV argentina con il suo show La Noche del 10. Nonostante la poca esperienza nel ruolo, nel novembre 2008 è stato nominato CT dell'Argentina con il compito di condurre la nazionale nelle qualificazioni per i Mondiali del 2010, obiettivo infine raggiunto nell'ottobre 2009.


Diapositiva 15

La Marathon des Sables

La Marathon des Sables è una delle più affascinanti ed impegnative corse del nostro pianeta, questa si svolge è una corsa sulla distanza di 240 km  nel sud Marocchino tra le dune del deserto del Sahara e pietraie che richiedono una maggiore attenzione nel corso della gara.Alla competizione partecipano persone provenienti da tutto il mondo, si può correre singolarmente oppure a squadre mentre nella classifica finale sono previsti premi sia ai singoli (categoria uomini e donne) nonché alle squadre partecipanti.La manifestazione dura una settimana, con sei frazioni e un giorno di riposo. I partecipanti percorrono la lunghezza della maratona in completa autosufficienza alimentare; lungo il percorso c'è un ristoro ogni 10 km dove i partecipanti possono ritirare la razione personale di acqua giornaliera.(9 litri)

Diapositiva 16

Oscar Pistorius

Oscar Leonard Carl Pistorius (Johannesburg, 22 novembre 1986) è un atleta sudafricano, campione paralimpico nel 2004 sui 200 metri piani e nel 2008 sui 100, 200 e 400 metri piani. Soprannominato "the fastest thing on no legs", Pistorius è un amputato bilaterale, detentore del record del mondo sui 100, 200 e 400 metri piani nella categoria T44. Corre grazie a particolari protesi in fibra di carbonio, denominate cheetah. È il primo ed unico atleta amputato capace di vincere una medaglia in una competizione iridata per normodotati, ottenendo l'argento con la staffetta 4×400 metri sudafricana ai Mondiali di Daegu (correndo soltanto in batteria).

Pistorius nasce con una grave malformazione (entrambi i peroni erano assenti ed i piedi erano gravemente malformati),[3] che lo costringe, all'età di undici mesi, all'amputazione delle gambe. Negli anni del liceo pratica il rugby e la pallanuoto, poi un infortunio lo porta all'atletica leggera, dapprima per motivi di riabilitazione, poi per scelta.




1   2   3

Похожие:

Diapositiva 1 Olimpiadi dell’antica Grecia iconDeliberazioni dell’ufficio di presidenza dell’assemblea legislativa delle marche

Diapositiva 1 Olimpiadi dell’antica Grecia iconM inistero dell’istruzione, dell’università e della ricerca ufficio scolastico regionale per IL lazio

Diapositiva 1 Olimpiadi dell’antica Grecia iconMinistero dell'istruzione, dell'università e della ricerca

Diapositiva 1 Olimpiadi dell’antica Grecia iconCitati dr bratislava antićA

Diapositiva 1 Olimpiadi dell’antica Grecia iconArcheologia della Magna Grecia l-ant/07

Diapositiva 1 Olimpiadi dell’antica Grecia iconLe finali delle Olimpiadi delle Scienze Naturali: una “tre giorni” eccezionale…

Diapositiva 1 Olimpiadi dell’antica Grecia iconMonitoraggio e Controllo dell'Inquinamento

Diapositiva 1 Olimpiadi dell’antica Grecia iconLe possibilità educative dell’irreale

Diapositiva 1 Olimpiadi dell’antica Grecia iconAlle origini dell'antisemitismo moderno

Diapositiva 1 Olimpiadi dell’antica Grecia iconCiviltà sepolte. IL romanzo dell’archeo­


Разместите кнопку на своём сайте:
lib.convdocs.org


База данных защищена авторским правом ©lib.convdocs.org 2012
обратиться к администрации
lib.convdocs.org
Главная страница